Questo sito contribuisce alla audience di

Anòia

comune in provincia di Reggio di Calabria (81 km), 210 m s.m., 10,09 km², 2378 ab. (anoiani o anoiesi), patrono: san Nicola di Bari (6 dicembre).

Centro situato lungo il margine interno della piana di Gioia. Sorto in un territorio forse già abitato all'epoca della colonizzazione greca, è citato dal 1270, quando venne dichiarato baronia e infeudato ai De Nao. In seguito appartenne a numerosi altri feudatari, gli ultimi dei quali furono i Paravagna (1636-1806). Fu gravemente danneggiato dal terremoto del 1783.La parrocchiale di San Nicola e la chiesa della Madonna dell'Assunta, ad Anoia Superiore, costruite nel 1935, conservano pregevoli statue dei sec. XVIII-XIX.§ Il paesaggio agrario è dominato dalle colture di olivi e agrumi. La piccola industria opera nei settori edile e alimentare (oleifici); è sviluppata la lavorazione artigianale del ferro battuto e del legno.

Media


Non sono presenti media correlati