Questo sito contribuisce alla audience di

Andalò, Brancaleóne

conte di Casalecchio (? ca. 1220-Roma 1258). Di famiglia bolognese, per la sua reputazione di magistrato rigoroso fu chiamato a Roma e nominato senatore. In tre anni (1252-55), agendo con giustizia, ridimensionò completamente le mire dei signorotti romani, condizionando lo stesso papa Innocenzo IV e riconoscendo i diritti del popolo. Scaduto il mandato, fu imprigionato dai nobili romani. Liberato a furor di popolo, Andalò tornò al governo della città (1257), ma l'anno successivo morì, probabilmente avvelenato.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti