Questo sito contribuisce alla audience di

Andrèa da Salèrno

(Andrea Sabatini), pittore italiano (Salerno 1484-Gaeta 1530). Fu attivo in molti centri della Campania. Lavorò con Cesare da Sesto, attraverso il quale probabilmente desunse una maniera raffaellesca, addolcita dall'influsso dei coloristi veneti. Ottenne buoni risultati soprattutto nei particolari paesaggistici delle sue opere, di soggetto religioso. Dipinse un polittico e altri quadri per l'abbazia di Montecassino, una serie di Adorazioni dei Magi (molte delle quali sono ancora nelle chiese per cui furono eseguite, mentre sei si trovano a Napoli, al Museo Nazionale di Capodimonte), una pala con S. Benedetto e altri santi (Napoli, Museo Nazionale) e numerose altre opere. Gli affreschi (in S. Domenico Maggiore e nel duomo di Napoli) sono andati perduti.

Media


Non sono presenti media correlati