Questo sito contribuisce alla audience di

Andreòzzi, Alfònso

sinologo italiano (Firenze 1821-1894). Avvocato e giornalista, fu perseguitato per le sue idee liberali dal governo di Toscana e si rifugiò a Parigi, dove compì studi di sinologia col francese Stanislas Julien. Pubblicò varie opere sulla Cina, tra cui: Sopra il dizionario enciclopedico della lingua cinese di Collery (1850); Il dente di Buddha (1883, traduzione parziale del celebre romanzo cinese Shui hu chuan); Le leggi penali degli antichi cinesi (1878).

Media


Non sono presenti media correlati