Questo sito contribuisce alla audience di

Ankole

ex distretto dell'Uganda. Dal 1980 ripartito nei due distretti di Bushenyi e Mbarara. § Il Regno di Ankole fu fondato da un gruppo di pastori bantu, gli Huma, che, costretti dall'invasione dei niloti Luo a lasciare (sec. XIV-XV) le loro terre situate nell'odierno Uganda centrale, si spostarono verso S e SW dove l'Ankole, situato tra i potenti Stati del Buganda, a E, e del Ruanda, a S, non ebbe possibilità di espansione. Esso fu, tra gli Stati huma, quello in cui maggiormente furono mantenute le tradizioni degli antenati. I suoi sovrani infatti, che pretendevano di discendere direttamente dalla famiglia reale dei Chwezi (vedi Kitara), diedero al regno una struttura centralizzata e affermarono solidamente la propria autorità sui capi minori, membri o no della famiglia reale. Simbolo dell'autorità del re era uno strumento musicale, il tamburo; il numero di capi di bestiame posseduti caratterizzava, in una società in cui i pastori costituivano il gruppo dominante sulla massa degli agricoltori, il grado di potenza e di importanza dei singoli capi. L'Ankole, la cui storia non presenta tra il sec. XVI e il XIX eventi di rilevante importanza, divenne protettorato inglese nel 1894 e fu successivamente incorporato, con una posizione particolare, nel protettorato dell'Uganda, creato nel 1889, di cui ha seguito le sorti fino all'indipendenza (1962).

Media


Non sono presenti media correlati