Questo sito contribuisce alla audience di

Annése, Gennaro

agitatore politico napoletano (Napoli 1604-1648). Per la popolarità che godeva presso i Napoletani fu considerato il successore ideale di Masaniello. La grande occasione di mostrarsi intrepido capo popolare gli fu data dall'arrivo a Napoli (1647) degli Spagnoli, guidati alla conquista armata della città da Giovanni d'Austria. La resistenza provocò la ritirata degli Spagnoli e la frettolosa costituzione di una repubblica che fu posta sotto la protezione del re di Francia. Tra il duca di Guisa, che si fece proclamare duca della repubblica, e l'Annese ebbe luogo una lotta accanita: il napoletano per non esser sopraffatto richiamò gli Spagnoli in città. La contesa finì con la cattura del duca di Guisa e la condanna a morte dell'Annese, eliminato sotto la falsa accusa di tenere contatti segreti coi Francesi.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti