Questo sito contribuisce alla audience di

Anna Amàlia

duchessa di Sassonia-Weimar (Wolfenbüttel 1739-Weimar 1807). Vedova dal 1758 del duca Costantino, tenne, fino al 1775, la reggenza per il figlio Carlo Augusto. Contribuì a fare di Weimar il centro della vita culturale tedesca, accogliendo a corte Wieland, Herder, Schiller e Goethe, che accompagnò nel celebre viaggio in Italia (1786-88).

Media


Non sono presenti media correlati