Questo sito contribuisce alla audience di

Annenkov, Jurij Pavlovič

pittore e scenografo russo (Petropavlovsk, Kamčatka, 1889-Parigi 1974). Soggiornò a Parigi per la prima volta nel 1911 e si legò in amicizia con F. Vallotton e M. Chagall. Ritornato in patria, lavorò, prima e dopo la rivoluzione, come scenografo del “teatro convenzionale” e predispose, fra l'altro, le scenografie del grande spettacolo d'agitazione La presa del Palazzo d'inverno (1920). Dopo aver aderito a un linguaggio costruttivista, lasciò il suo Paese (1924) e tornò (attraverso la Germania) a Parigi, dedicandosi alle attività di pittore ritrattista e di costumista per le regie cinematografiche di Murnau, Pabst, Delannoy e, con particolare congenialità, di Ophüls. Nel dopoguerra un definitivo mutamento lo condusse alla pittura astrattista. Scrisse il libro Vestendo le dive (1951).

Media


Non sono presenti media correlati