Questo sito contribuisce alla audience di

Annenskij, Innokentij Fëdorovič

poeta russo (Omsk 1856-Pietroburgo 1909). Pubblicò un solo volume di versi (Canti cheti, 1904); altre due raccolte uscirono postume (Il cofano di cipresso, 1910; Versi postumi, 1923). Scrisse raffinate poesie d'intonazione decadente, in cui rivela un'anima sensibile al dolore umano e alla vanità delle cose. Notevoli le sue traduzioni (Euripide, Baudelaire) e i saggi critici (Il libro dei riflessi, Il secondo libro dei riflessi).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti