Ansaldo

società cantieristica italiana costituita nel 1853 dall'ingegner Giovanni Ansaldo con Carlo Bombrini, Raffaele Rubattino e Filippo Penco sotto gli auspici di Cavour. La società, che iniziò la sua attività costruendo locomotive per lo Stato piemontese nello stabilimento di Sampierdarena cedutole dallo stesso Stato e già appartenuto a Filippo Taylor e Fortunato Prandi, assunse ben presto notevole importanza sviluppando in seguito anche la produzione di motori marini e macchine fisse. Nel 1870 sorse il suo primo cantiere navale (trasferito in seguito a Sestri Ponente) da cui uscirono nel 1884 il piroscafo S. Gottardo e gli incrociatori Staffetta e Verbano; nel 1907 costruì il primo apparato motore a turbine italiano. Attraverso successive incorporazioni di aziende metallurgiche, meccaniche, cantieristiche e minerarie (fra cui quella di Cogne), l'Ansaldo alla vigilia della prima guerra mondiale aveva assunto il carattere di un enorme complesso industriale. La sua espansione continuò anche durante il conflitto: nel 1916 esordì in campo aeronautico, giungendo nel 1918 ad avere cinque stabilimenti specializzati, l'ultimo dei quali fu ceduto alla FIAT nel 1924 per dar vita all'Aeronautica d'Italia S.A.; ma alla fine della guerra crollò trascinando con sé la Banca Italiana di Sconto. Posta in liquidazione, il suo controllo fu successivamente assunto dall'IRI che provvide a scorporarne (1934) lo stabilimento siderurgico di Cornigliano costituendolo in società distinta con il nome di Società Italiana Acciaierie di Cornigliano (SIAC) e ad affidare gli stabilimenti per le costruzioni navali e meccaniche in genere prima alla Finmeccanica e poi alla Fincantieri. Dai cantieri Ansaldo (situati a Sampierdarena, Sestri Ponente, La Spezia, Livorno, Rivarolo e Pegli) sono uscite le più belle navi passeggeri italiane di questo dopoguerra (Andrea Doria, Cristoforo Colombo, Leonardo da Vinci, Michelangelo). Nel 1993, nell'ambito della ristrutturazione delle aziende del gruppo IRI, l'Ansaldo è stata incorporata dalla Finmeccanica, dando vita in seguito all'AnsaldoEnergia, all'Ansaldo Sistemi Industriali e, nel 1998, all'AnsaldoBreda, nata dalla fusione del ramo d'azienda di Ansaldo Trasporti, che opera nella realizzazione di azionamenti dei veicoli e apparecchiature elettriche di bordo, e della Breda Costruzioni Ferroviarie, uno dei più grandi costruttori meccanici del mondo.

Media

Ansaldo.