Questo sito contribuisce alla audience di

Antònio (priore)

priore di Crato, pretendente al trono portoghese (Lisbona 1531-Parigi 1595). Figlio illegittimo dell'infante Luis de Beja, fratello di Giovanni III di Portogallo, fu avviato alla carriera ecclesiastica e nominato priore di Crato (con pingue rendita). Fatto prigioniero dopo la battaglia di Alcazarquivir (Ksar-el-Kébir, 1578), quando fu liberato tornò in Portogallo dove tentò invano di far riconoscere i suoi diritti al trono. Nel 1580, quando alla morte di Enrico I il Portogallo fu invaso dagli Spagnoli, Antonio si proclamò re a Santarem e capeggiò l'effimera resistenza agli invasori. Sconfitto presso Lisbona, riparò in Francia, donde per due volte tentò di recuperare il regno. Morì esule (si dice che Filippo II avesse tentato di farlo assassinare), lasciando diversi scritti, fra cui interessanti Memorie. Il figlio Cristóbal pubblicò più tardi una sua biografia (Parigi, 1629).

Media


Non sono presenti media correlati