Questo sito contribuisce alla audience di

Antimène, Pittóre di-

pittore vascolare attico (attivo tra il 525 e il 500 a. C.). Così chiamato dall'acclamazione ad Antimene su un'idria con scene di palestra conservata a Leida, dipinse più di un centinaio di vasi, tutti a figure nere, nonostante sia vissuto nell'epoca di transizione tra questo stile e quello a figure rosse. Presenta affinità con Psiace e con Lydos, i grandi ceramografi del suo tempo. Vivace nelle figurazioni, manifesta talvolta un gusto umoristico nella trattazione dei temi.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti