Questo sito contribuisce alla audience di

Antolín Rato, Mariano

scrittore e saggista spagnolo (Gijón, Asturias, 1943). Sollecitato da ogni ombra o riverbero della complessità contemporanea ha dato il via, negli anni Settanta, a una intensa ed eclettica attività giornalistica e saggistica su temi letterari, musicali, urbani, multimediali e quant'altro. Tra i suoi saggi più apprezzati ricordiamo Introducción al budismo zen: ensenanza y textos (1972; Introduzione al buddismo zen: insegnamento e testi) e Bob Dylan (1975). Contemporaneamente si è fatto conoscere anche come romanziere, distinguendosi per l'orientamento decisamente sperimentale della sua scrittura. Sono stati pubblicati, negli anni Settanta Cuando 900 mil Mach aprox (1973; Quando si arriva a circa 900 mila Mach) ed Entre espacios intermedios: whamm! (1978; Tra spazi intermedi: whamm!). Negli anni Ottanta, con Mundo arana (1981; Mondo ragno) e Campos unificados de conciencia, (1984; Campi unificati di coscienza), comincia il progressivo recupero degli ingredienti classici del racconto, che darà i suoi frutti con Mar desterrado (1988; Mare esiliato) e Abril Blues (1990) e culminerà con il romanzo a forti tinte autobiografiche Botas de cuero (1995; Stivali di cuoio).

Media


Non sono presenti media correlati