Questo sito contribuisce alla audience di

Antonèlli, Leonardo

cardinale (Senigallia 1730-1811). Insignito della porpora da Pio VI (1775), fu vescovo di Palestrina (1791), di Ostia e di Velletri (1807). Nel 1800 divenne penitenziere maggiore. Espulso da Roma durante il periodo repubblicano (1798), svolse in seguito un'intensa attività religiosa e diplomatica, prendendo parte alle trattative per i concordati con la Francia e il Regno italico e recandosi a Parigi con Pio VII per l'incoronazione di Napoleone (1804). Arrestato nel 1808 durante l'invasione napoleonica dei territori pontifici, morì in esilio.

Media


Non sono presenti media correlati