Questo sito contribuisce alla audience di

Anville, Jean-Baptiste Bourguignon d'-

cartografo francese (Parigi 1697-1782). Servendosi dell'enorme quantità di materiale raccolto, elaborò oltre 200 carte, tra cui quella della Francia (1719) che lo rese celebre in tutta Europa e gli valse la nomina a “geografo del re”. Sulla base di notizie e documenti fornitigli da missionari gesuiti, compilò il Nouvel Atlas de la Chine et de la Tartarie chinoise (1733), cui fecero seguito la carta dell'Italia (1743), quelle dell'Africa in quattro fogli (1749) e dell'Asia in tre fogli (1763). Dello stesso anno è la pubblicazione dell'Atlas général; tra le sue altre opere, l'Atlas antique maior, apparso nel 1768. Lasciò 78 tra memorie e altri scritti, fra cui Memoire et abrégé de géographie ancienne et générale. È ritenuto il più grande cartografo del sec. XVIII; la sua importanza consiste soprattutto nell'essere stato il primo a compilare carte sulla base di un rigoroso esame delle fonti storiche esistenti.

Media

Jean-Baptiste Bourguignon d'Anville.

Collegamenti