Questo sito contribuisce alla audience di

Aràncio

agg. usato in chimica [da arancio]. Il termine Arancio o arancione definisce i coloranti e i pigmenti, inorganici e organici, di colore compreso tra il giallo e il rosso. I principali pigmenti inorganici sono i cromati di piombo e i molibdati: i primi sono particolarmente resistenti agli alcali, hanno un basso potere coprente e sono utilizzati come antiruggine; i secondi hanno elevato potere colorante, bassa resistenza agli alcali, colore più forte e brillante e sono spesso utilizzati in miscela con coloranti organici rossi per la produzione di colori di un rosso chiaro brillante. Tra i pigmenti organici i più usati sono quelli appartenenti alla serie degli azopigmenti, in particolare l'Arancio Hansa, di colore intenso con buona resistenza alla luce e agli agenti chimici ma con basso potere coprente, e l'Arancio Benzidina, di elevata resistenza alla temperatura. Tra i numerosi coloranti organici di colore Arancio sono molto usati, soprattutto per la tintura di fibre naturali e sintetiche, l'Arancio Acridina e l'Arancio Astra.