Questo sito contribuisce alla audience di

Aréna, Giusèppe-Antònio

uomo politico corso (Isola Rossa, Corsica, 1771-Parigi 1801). Fratello di Bartolomeo, deputato della Corsica al Consiglio dei Cinquecento, si oppose al colpo di Stato del 18 brumaio. Accusato di un complotto contro Bonaparte, fu arrestato e giustiziato il 30 gennaio 1801 con altri tre imputati, accusati di aver voluto assassinare il primo console.