Questo sito contribuisce alla audience di

Arce, Manuel José

patriota e uomo politico salvadoregno (San Salvador ca. 1785-1847). Fu uno dei capi dell'insurrezione contro la Spagna (1811) e poi della lotta per l'indipendenza del Salvador dal Messico (1822). Nel 1824 prese parte all'Assemblea costituente che varò la Repubblica Centroamericana; fu poi nominato (1825-28) presidente della Repubblica grazie all'appoggio del Congresso federale. La sua politica, ostacolata dai liberali più estremisti, sollevò contro di lui una serie di reazioni, soprattutto dopo che ebbe sciolto il Congresso federale che gli si opponeva (1826): nel 1827 fu deposto dal capo dei liberali Morazán. Tentò ancora di riprendere il potere, ma fu mandato in esilio e non poté tornare in patria che nel 1847.

Collegamenti