Questo sito contribuisce alla audience di

Arcimbòldi, Giovanni

giureconsulto italiano (Parma ca. 1430-Roma 1488). Consigliere e diplomatico di Galeazzo Maria Sforza, dopo la morte della moglie scelse la vita ecclesiastica (1467) percorrendo una rapida carriera grazie alla protezione del duca, che lo portò al cardinalato (1473). Legato pontificio in Ungheria (1477) e in Umbria (1483), fu nominato arcivescovo di Milano (1484). Le sue riforme disciplinari gli procurarono numerose inimicizie e lo costrinsero a rinunciare, qualche anno dopo, alla carica. Fu autore di omelie e di orazioni.