Questo sito contribuisce alla audience di

Ariète

"Per il disegno della costellazione dell'Ariete vedi il lemma del 2° volume." (latino scientifico Aries-iĕtis, abbreviazione Ari), la prima delle costellazioni dello Zodiaco (il suo simbolo è §), visibile d'inverno "Per la costellazione di Ariete vedi il disegno a pg. 421 del 2° volume." . Si estende fra 2h e 3h,5 di ascensione retta e fra +10º e +30º di declinazione. Ai tempi di Ipparco comprendeva nel suo interno il primo punto d'Ariete, cioè il punto in cui si ha l'equinozio di primavera, punto di zero nella misura delle ascensioni rette e della longitudine eclittica (vedi coordinata); per effetto della precessione questo punto si è spostato nell'attigua costellazione dei Pesci. La stella più cospicua è α Hamal, una gigante rossa distante 75 anni luce (al). La successiva è β Ari, stella bianca posta a 52 al; una particolare menzione va alla γ Ari, Mesartim, una doppia situata a 160 al fra le prime del genere a essere stata risolta (R. Hooke, 1664). In Ariete è la 53 che – insieme a μ Columbae e AE Aurigae – fa parte di quel trio di stelle dette “fuggitive” per essere state espulse, non oltre 5 milioni di anni or sono, da un punto situato nella costellazione di Orione "Per approfondire Vedi Gedea Astronomia vol. 2 pp 212-213" "Per approfondire Vedi Gedea Astronomia vol. 2 pp 212-213" .