Questo sito contribuisce alla audience di

Arioaldo

re dei Longobardi, marito della cattolica Gundeberga, figlia di Teodolinda, capo della corrente ariana. Resse le fila della congiura che portò alla deposizione del re Adaloaldo, suo cognato (626); impadronitosi del trono, Arioaldo regnò fino al 636 favorendo i nazionalisti ariani.