Questo sito contribuisce alla audience di

Armìnio, Giacòbbe

(olandese Harmensz), fondatore del movimento protestante anticalvinista (Oudewater 1560-Leida 1609). Studiò a Leida, Ginevra e Amsterdam. Diventato, nel 1603, professore di teologia a Leida, si trovò al centro della disputa sul decreto calvinista della predestinazione. Arminio approfondì la questione attenendosi rigorosamente al principio del “libero esame” e concluse che la dottrina calvinista limitava l'area di azione della grazia, condannava molti cristiani a vivere senza speranza di salvezza e dava ai pochi eletti una presunta sicurezza mancante di ogni fondamento etico. La sua dottrina suscitò aspre e profonde lotte e divisioni teologiche, che si protrassero a lungo anche dopo la sua morte. Ad Arminio e ai suoi seguaci si deve anche una condanna, comune con gli altri protestanti, degli antitrinitari di allora (vedi anche arminianesimo).