Questo sito contribuisce alla audience di

Arnòlfo di Carìnzia

imperatore (m. Ratisbona 899). Figlio naturale di Carlomanno re di Baviera, duca di Carinzia (880), alla deposizione dell'imperatore Carlo III il Grosso, suo zio paterno, conquistò col favore popolare la corona del Regno di Germania (887), rivendicando anche la successione imperiale. Fronteggiò con successo i Normanni (Lovanio, 891) e gli Ungari e nell'894, per invito di papa Formoso, scese in Italia e vi fu eletto re. Morto Guido di Spoleto, Berengario I e Lamberto si accordarono contro Arnolfo, provocando il suo intervento con una spedizione devastatrice spinta fino a Roma, dove il papa lo incoronò imperatore (896). Tornato in Germania e morto il papa, in Italia prevalsero Berengario e Lamberto e Arnolfo non vi fece più ritorno. La sua politica italiana creò tuttavia la premessa per la futura unione del Regno d'Italia al Regno di Germania.

Media


Non sono presenti media correlati