Questo sito contribuisce alla audience di

Aron, Raymond

filosofo, sociologo e commentatore politico francese (Parigi 1905-1983). Nel 1940 seguì De Gaulle a Londra dove fu redattore capo di La France Libre. Dal 1956 al 1968 insegnò sociologia alla Sorbona. È stato uno dei più qualificati commentatori politici francesi e, dal 1947 al 1977, editorialista di Le Figaro. Nel suo studio La société industrielle (1963) Aron ha posto a confronto due grandi modelli economico-politici del nostro tempo, quello sovietico e quello occidentale. Nell'analizzarne le caratteristiche ne ha sottolineato le diversità specifiche, ma è giunto alla conclusione che, nella misura in cui la scienza e la tecnica di produzione sono le stesse nelle due società, entrambe mantengono una identità di struttura. Ha scritto opere fondamentali come: Introduction à la philosophie de l'histoire (1938), La société industrielle et la guerre (1959), La lutte des classes (1964), Main Currents in Sociological Thought (1965; trad. it. Le tappe del pensiero sociologico, 1972) Penser la guerre (1976), Plaidoyer pour l'Europe décadente (1977). Postumi sono apparsi le Mémoires (1983) e Les dernières années du siècle (1984).

Media


Non sono presenti media correlati