Questo sito contribuisce alla audience di

Arrèsti, Giùlio Césare

organista e compositore italiano (Bologna 1619-1701). Organista in S. Petronio a Bologna dal 1649, si distinse per una vivace polemica che lo contrappose a M. Cazzati e che si concluse con l'allontanamento dalla città di quest'ultimo (1673). Come autore di musica per organo si pose sulla scia di Frescobaldi, pur risentendo anche gli influssi della canzone francese. Fu tra i primi autori bolognesi a usare lo stile monodico; scrisse 5 oratori, messe, cantate. Il figlio Floriano (Bologna 1650-1719) seguì al padre come organista in S. Petronio (1692).

Media


Non sono presenti media correlati