Questo sito contribuisce alla audience di

Arriano, Flàvio

(greco Arrianós; latino Flavius Arrianus), storico e filosofo greco (Nicomedia di Bitinia ca. 95-ca. 175). Scolaro di Epitteto, ne riferì fedelmente gli insegnamenti nelle Diatribe e nel Manuale, suggestivo catechismo della morale stoica tarda. Governatore della Cappadocia, scrisse all'imperatore Adriano una relazione sulle coste del Mar Nero (Periplo del Ponto Eusino). In un'opera sull'India (Indiké) imitò Erodoto anche nel dialetto. Ma il suo modello stilistico è Senofonte, alla cui Anabasi si rifece nell'Anabasi di Alessandro, la fonte più sicura sulla conquista macedone dell'Impero persiano. Storico seriamente impegnato, alieno dal cadere nel romanzesco, Arriano fu chiamato dai contemporanei “novello Senofonte” per la semplicità attica del linguaggio.

Media


Non sono presenti media correlati