Questo sito contribuisce alla audience di

Arsàcio

santo, confessore (m. Nicomedia ca. 358). Di origine persiana, testimoniò per la sua fede sotto l'imperatore Licinio e fu ridotto allo stato servile nel palazzo imperiale. Liberato, si ritirò a vita eremitica. Festa il 16 agosto, secondo il martirologio romano.

Media


Non sono presenti media correlati