Questo sito contribuisce alla audience di

Artèmio

santo e martire (m. 362). In qualità di comandante dell'Egitto, per la sua fede ariana aveva perseguitato i cattolici e Sant'Atanasio, ma aveva parimenti distrutto numerosi templi pagani. Giuliano l'Apostata lo fece decapitare. Il suo culto ebbe origine dagli Acta Sanctorum octobris del monaco Giovanni di Rodi (sec. IX). Festa il 20 ottobre.

Media


Non sono presenti media correlati