Questo sito contribuisce alla audience di

Ash, Shālōm

narratore e drammaturgo ebreo (Kutno, Polonia, 1880-Londra 1957). Iniziò con bozzetti di vita provinciale ebraica, che pubblicò a Varsavia nel 1900, in lingua yiddish, ma si affermò nel 1904 con prose liriche e con gli episodi di Piccola città, in cui svolge una delle sue tematiche più felici, la vita delle piccole comunità: mondo già scoperto e descritto, con minor serenità e più triste umorismo, nel suo primo romanzo, Motke il ladro. Nel 1906 si recò in Palestina, dove compose il dramma lirico I giorni del Messia, seguito l'anno dopo da Il dio della vendetta; entrambi, tradotti, apparvero con successo sulle scene internazionali. La sua fama di romanziere è assicurata dalla trilogia che dedicò allo studio della vita russa nell'imminenza della rivoluzione (Prima del diluvio: Pietroburgo, Varsavia, Mosca, 1927-32) e dal romanzo chassidico L'ebreo dei salmi (1934), in cui si riassumono, potenziati, i temi fondamentali dei primi romanzi. Non meno importante è una seconda trilogia (L'uomo di Nazaret, 1939; L'Apostolo, 1943; Mary, 1949), documento di una nuova sfera d'interessi rivolti alla meditazione sui rapporti tra il pensiero ebraico e quello cristiano, che l'Ash sentì vicini, auspicandone la necessaria conciliazione.

Media


Non sono presenti media correlati