Questo sito contribuisce alla audience di

Asnyk, Adam

poeta e autore drammatico polacco (Kalisz 1838-Cracovia 1897). Figlio di un patriota, partecipò, come membro del governo nazionale, alla rivoluzione del 1864 e dopo il suo fallimento emigrò all'estero, soggiornando anche in Italia. Tornato poi in patria, trascorse il resto della sua vita nella Galizia austriaca. Asnyk fu il maggiore esponente della poesia polacca nell'età del positivismo; aspro critico del romanticismo, attribuì a esso, nel poemetto Il sogno delle tombe (1865), la colpa del fallimento della rivoluzione polacca. La sua poesia più spontanea è raccolta nel ciclo Sui Tatra (1871) in cui descrive la natura montana della Polonia meridionale. Nella raccolta Sulle profondità (1894) cercò di dare forma poetica alle sue meditazioni filosofiche. Rilievo secondario ebbero i suoi drammi storici, come Cola di Rienzo (1875) e le sue commedie di costume.