Questo sito contribuisce alla audience di

Asquith, Anthony

regista cinematografico inglese (Londra 1902-1968). Tecnico eccellente e appassionato, maestro dei mezzi toni e del chiaroscuro in funzione psicologica, si rivelò verso il 1930 con film d'ambiente (borghese o militare), dei quali il migliore fu nel 1945 l'intimistico La via delle stelle), sulla vita rischiosa dei piloti della RAF. Coltivò con successo anche il filone teatrale, distinguendosi nelle versioni per lo schermo di Pigmalione di Shaw, realizzato nel 1938 con l'attore Leslie Howard, e di L'importanza di chiamarsi Ernesto di Wilde, di cui diede una raffinata edizione a colori nel 1952. Collaborò strettamente col commediografo Terence Rattigan, specie per drammi d'ambiente scolastico (Addio, Mister Harris, 1951). Ha diretto i maggiori attori inglesi.