Questo sito contribuisce alla audience di

Assanti, Damiano

patriota italiano (Catanzaro 1809-Roma 1894). Avverso al regime borbonico, fu imprigionato nel 1844 per aver partecipato al moto di Cosenza; riuscì tuttavia a fuggire a Parigi. Unitosi nel 1848 alle truppe del generale Pepe, fu nominato commissario civile per l'Alta Italia. Nel 1860 prese parte alla spedizione dei Mille; più volte deputato della Destra, nel 1873 fu nominato senatore.