Questo sito contribuisce alla audience di

Assteas

ceramografo di Paestum (attivo 360-ca. 330 a. C.). Firmò – cosa eccezionale per la ceramica italiota – sei vasi; gli sono attribuite numerose altre opere. Probabilmente della stessa bottega di Pitone, fu artista abbastanza originale, con particolare amore per la simmetria decorativa. Fra le opere più notevoli sono i crateri di Madrid con la pazzia di Eracle, del Vaticano con Zeus ed Ermes, di Napoli con Cadmo e il serpente.

Media

Assteas.