Questo sito contribuisce alla audience di

Astianatte

(greco Astyánax; latino Astyănax-actis), figlio di Ettore e di Andromaca. I Troiani, in onore del padre, gli avevano cambiato il nome originario di Scamandrio in Astianatte (Signore della città). Un'antica versione narra che Ulisse (o Neottolemo), dopo la presa della città, l'avrebbe scagliato dalle mura per propiziarsi i venti nel ritorno in patria o per eludere la profezia che voleva Astianatte vendicatore del padre. Una versione più tarda lo diceva invece profugo in Sicilia.