Questo sito contribuisce alla audience di

Astronomia nova

titolo col quale è nota l'opera maggiore di G. Keplero (Astronomia nova, seu physica coelestis tradita ex commentariis de motibus stellae Martis ex observationibus G. V. Tychonis Brahe), pubblicata a Praga nel 1609. L'opera, che è la prima corretta sistemazione della cinematica planetaria, espone le prime due delle tre leggi del moto planetario, a cui Keplero pervenne, attraverso lo studio dell'orbita di Marte, e contiene inoltre una sia pur parziale intuizione della legge di gravitazione universale.

Collegamenti