Questo sito contribuisce alla audience di

Atàrgatis

(aramaico 'tr't), dea siriana di età ellenistica e romana, il cui nome deriva probabilmente dall'unione dei nomi di Astarte e ʽAnat, delle quali comunque la dea ripete le caratteristiche connessioni con la fecondità e la fertilità della terra e la posizione di paredra del dio della tempesta (Hadad). Il suo luogo di culto principale era Ierapoli: santuario e riti sono descritti da Luciano nel De Dea Syria. Attraverso Palmira e i Nabatei il suo culto venne recepito dalle popolazioni nord-arabiche e diffuso da Ascalona a Dûra Europos. Maggiore la sua diffusione verso il mondo romano, dove il culto di Atargatis (spesso sotto l'appellativo di Dea Syria) si diffuse in ambiente servile e rurale certamente introdotto dagli schiavi di origine siriana, fino a ricevere talvolta attenzione anche a livello ufficiale (tale fu il caso di Nerone).