Questo sito contribuisce alla audience di

Atelèta

comune in provincia di L'Aquila (130 km), 760 m s.m., 41,69 km², 1232 ab. (ateletesi), patrono: san Vincenzo Ferrer (agosto).

Centro posto nella media valle del fiume Sangro; è compreso nel Parco Nazionale della Maiella. Il paese (il cui nome significa “privo di tributi fiscali”) si sviluppò agli inizi dell'Ottocento, quando il re di Napoli Gioacchino Murat affrancò dalle imposte questa zona, purché venisse coltivata. Fu gravemente danneggiato durante la seconda guerra mondiale. La parrocchiale di San Gioacchino è del sec. XIX. § L'economia si basa sia sull'agricoltura (patate, cereali e legumi) e sull'allevamento (bovini, ovini e caprini), sia sull'industria edile.