Questo sito contribuisce alla audience di

Auto dei Re Magi

(Auto de los Reyes Magos), frammento di 147 versi, di autore anonimo, che costituisce l'unico documento superstite del teatro liturgico medievale spagnolo. Risale probabilmente al sec. XIII ed è stato scoperto nel 1785 nella cattedrale di Toledo. Vi si presentano con una certa rozzezza ma con un vivo senso del teatro i soliloqui dei tre magi dopo l'apparizione della stella, il loro incontro, con la decisione di partire per Betlemme, e il loro colloquio con Erode. Il contrasto drammatico è soprattutto palese in quest'ultima scena.

Collegamenti