Questo sito contribuisce alla audience di

Autran, Joseph

poeta e autore drammatico francese (Marsiglia 1813-1877). Esordì nella letteratura con due opere in versi, La mer (1835; Il mare) e Ludibria ventis (1838), di grande purezza formale, in cui è esaltato il sentimento della natura. Nel 1848 ottenne un grande successo con la tragedia La fille d'Eschyle (La figlia di Eschilo), rappresentata all'Odéon e premiata dall'Académie Française. Tra le altre opere di Autran ricordiamo: Laboureurs et soldats (1854; Contadini e soldati), Le Cyclope (1863), dramma in versi tratto da Euripide, Les paroles de Salomon (1869), raccolta di poesie ispirate alla Bibbia, e un poema, La legende des paladins (1875). Dal 1868 occupò all'Académie Française il posto che era stato di Ponsard.