Questo sito contribuisce alla audience di

Avigliano Umbro

comune in provincia di Terni (30 km), 441 m s.m., 51,32 km², 2378 ab. (aviglianesi), patrono: sant’ Egidio (1° settembre).

Centro dell'area collinare compresa tra la valle Umbra e quella del Tevere. Antico insediamento romano, fu feudo degli Arnolfi e, dal sec. XII, del comune di Todi, di cui seguì le vicende. A partire dal 1829 dipese da Terni. Il territorio è stato, fino al 1975, frazione del comune di Montecastrilli. § Interessanti la chiesa della Santissima Trinità (XVII) e il teatro comunale in stile liberty, ben conservato. A Dunarobba sorge il castello, edificato prima del Mille, a base quadrata con quattro torri; a poca distanza è la cosiddetta “foresta fossile”: formata da diversi tronchi di conifere, testimonia della vegetazione che circondava, ca. 3 milioni di anni fa, il lago Tiberino. § L'economia è basata sull'agricoltura (cereali, vite) e l'allevamento. In crescita il turismo.