Questo sito contribuisce alla audience di

Ayacucho (città del Perú)

Guarda l'indice

Generalità

Città (106.000 ab.) del Perú, capoluogo del dipartimento omonimo, a 2761 m nell'alta valle del Río Huatatas, affluente del Mantaro. Mercato di prodotti agricoli e del bestiame, con piccole industrie di trasformazione, è sede dell'Università di San Cristóbal de Huamanga (1677). Conserva alcuni edifici in stile coloniale spagnolo, tra cui la cattedrale (1632-72). Aeroporto.

Storia

Fondata nel 1539 da Francisco Pizarro, ricevette dapprima il nome di San Juan de la Victoria de la Frontera de Huamanga; ma il nome attuale, datole dagli indigeni, finì col prevalere. La vicinanza delle miniere di Huancavelica favorì il suo sviluppo come centro commerciale e artigianale. Nel sec. XVIII la sua importanza decadde e molta della popolazione si trasferì a Lima. Centro della guerriglia nazionalista durante le guerre per l'indipendenza, il 9 dicembre 1824 nelle sue vicinanze fu combattuta una battaglia tra l'esercito spagnolo e quello dei patrioti peruviani al comando del generale Antonio José de Sucre. La vittoria delle forze peruviane segnò la fine della lotta per l'indipendenza del Paese.