Questo sito contribuisce alla audience di

Bègia

popolazione africana stanziata in una vasta regione fra il Mar Rosso e il Nilo, dall'Egitto meridionale all'Etiopia settentrionale. I Begia, pur presentando comuni caratteri della tradizionale cultura pastorale nomade, non formano un'unità né politica né sociale, preferendo vivere in piccoli raggruppamenti facenti capo a un certo numero di gruppi etnici, la cui denominazione è, però, arbitraria: dal nord al sud, i gruppi più importanti sono gli Ababdeh, i Bishārīn, gli Amaràr, gli Hadendoa, gli Halenga, gli Homzan; a questi, vari studiosi riuniscono i Benī-Amer del Barca. I clan dei Begia erano strutturati in grandi famiglie matrilineari, ma l'influsso islamico ha trasformato in senso patriarcale la loro società; vivono in grandi capanne provvisorie cupoloidi, ricoperte di pelli o di stuoie. A eccezione dei Benī-Amer, i Begia non hanno suddivisione in nobili e plebei e i capi sono di norma elettivi.

Media


Non sono presenti media correlati