Questo sito contribuisce alla audience di

Bène Pùbblico, Léga del-

fu costituita nel 1465 dai grandi signori feudali francesi, guidati da Carlo il Temerario, conte di Charolais e futuro duca di Borgogna, insorti contro il regime autoritario di Luigi XI. Il re, appoggiato da Francesco Sforza, si scontrò con le truppe della lega nella battaglia di Monthléry (16 luglio 1465). I feudatari assediarono poi Parigi finché, grazie ai trattati di Conflans e di Saint-Maur (ottobre 1465), con i quali il sovrano cedeva alle richieste, ebbe termine il conflitto e si ebbe lo scioglimento della lega. Le città della Somme, Roye, Montdidier e Péronne, che da poco erano state acquisite alla corona, tornarono alla Borgogna, mentre la Normandia fu data in appannaggio a Carlo di Valois, duca di Berry, fratello del re; questi tuttavia, profittando delle discordie sorte tra i grandi feudatari, recuperò ben presto la regione e seppe poi annullare di fatto quasi tutte le concessioni cui era stato costretto.

Media


Non sono presenti media correlati