Questo sito contribuisce alla audience di

Béca di Dicomano

poemetto in ottave di Luigi Pulci (1432-1484), parodia della Nencia da Barberino attribuita a Lorenzo il Magnifico. Il contadino Nuto, innamorato di Beca, ne enumera i pregi, con elogi buffoneschi e grossolani nei quali ha sfogo l'estro bizzarro del Pulci.

Media


Non sono presenti media correlati