Questo sito contribuisce alla audience di

Bìblide

(greco Byblís; latino Byblis-ídis). Mitica eroina greca, figlia di Mileto, fondatore dell'omonima città in Asia Minore, e di Ciane, o Tragasia, o Idotea. È ricordata per l'amore incestuoso verso il fratello gemello Cauno, che fugge da lei. Biblide, diventata folle, si getta da una rupe e viene trasformata in sorgente. Ovidio ne fa argomento di un canto delle sue Metamorfosi. Il suo nome era variamente legato alle città di Biblide in Caria e Biblo in Fenicia.

Media


Non sono presenti media correlati