Questo sito contribuisce alla audience di

Bòvio, Giovanni

filosofo, poeta, drammaturgo e uomo politico italiano (Trani 1841-Napoli 1903). Professore di filosofia del diritto all'Università di Napoli, fu dapprima assertore di un razionalismo assoluto di stampo hegeliano, che divenne in seguito naturalismo (Il verbo novello: sistema di filosofia universale, 1864). Cercò di conciliare l'esigenza della libertà con le tesi del determinismo positivistico (Saggio critico del diritto penale, 1883). Eletto deputato (1876), divenne il teorico dell'ala sinistra radicale del Parlamento. Tra le altre opere si ricordano: Filosofia del diritto (1883), Sommario della storia del diritto in Italia (1884), Dottrina dei partiti in Europa (1886).

Media


Non sono presenti media correlati