Questo sito contribuisce alla audience di

Bórgo Velino

comune in provincia di Rieti (22 km), 460 m s.m., 17,33 km², 922 ab. (borghettani), patrono: san Dionisio (9 ottobre).

Centro della media valle del fiume Velino. Nel Medioevo fu compreso nel territorio di Cittaducale, passando nel 1539 in feudo ai Farnese e, nel 1731, ai Borboni.§ La presenza della cinta muraria e di una porta turrita testimoniano l'origine medievale del borgo. Poco fuori dell'abitato è la chiesa romanica dei Santi Dionisio, Rustico ed Eleuterio, eretta nei sec. XII-XIII su precedenti costruzioni. Presso il convento di San Francesco si trova il pregevole ninfeo di una villa romana di età imperiale.§ L'agricoltura (cereali, tabacco, barbabietole, olivi, vigneti) e l'allevamento ovino costituiscono le principali risorse del centro. Rilevanti sono anche la raccolta e la commercializzazione dei marroni e la lavorazione del legno e della ceramica.

Media


Non sono presenti media correlati