Questo sito contribuisce alla audience di

Bürger, Gottfried August

poeta tedesco (Molmerswende, Harz, 1747-Gottinga 1794). Temperamento infelice, morì precocemente dopo una vita tormentata. Amò la sorella della moglie, che sposò in seconde nozze e cantò col nome di Molly negli appassionati Molly-Lieder; un terzo matrimonio naufragò dopo due anni. Fu professore di estetica a Gottinga, amico dei membri del Göttinger Hain e redattore del Musenalmanach (Almanacco delle Muse), ma appartenne allo Sturm und Drang sia come traduttore di Omero e di Shakespeare, sia come autore delle famosissime ballate tragiche (Lenore, Der wilde Jäger – Il cacciatore feroce – note in Italia per la traduzione del Berchet, ecc.), le prime ballate colte della letteratura tedesca, che riflettono l'influenza esercitata su di lui dal mondo inglese e dalla poesia popolare. La lirica di Bürger (pubblicata in due raccolte nel 1778 e nel 1789) è un'impetuosa manifestazione della passionalità non decantata e della tensione psicologico-metafisica maturate dalla crisi dell'illuminismo. Molto popolare è la sua rielaborazione dall'inglese delle Avventure del barone di Münchhausen, pubblicate a Londra nel 1785 dal tedesco Rudolf Erich Raspe.

Media


Non sono presenti media correlati