Questo sito contribuisce alla audience di

BASIC

(Beginner's All-purpose Symbolic Instruction Code, codice di istruzione simbolico per ogni applicazione indirizzato a utenti non esperti). Linguaggio di programmazione estremamente semplice ma di tipo evoluto, orientato quindi al problema e non alla macchina sviluppato nel 1964 da John G. Kemény. Inizialmente realizzato per uso didattico e scientifico ma applicabile a ogni tipo di problema, è un linguaggio di larghissimo uso nei primi personal computer. Un programma scritto nel linguaggio BASIC (programma sorgente) viene tradotto in linguaggio macchina (programma oggetto) non da un compilatore, ossia da un programma traduttore che effettua l'operazione una volta per tutte, ma da un interprete, programma che effettua la traduzione simultanea durante ogni specifica esecuzione. Grazie a questa caratteristica il BASIC è un linguaggio conversazionale che mantiene l'utente in contatto immediato e costante con l'elaboratore, cosa che, se da un lato rende più lenta l'esecuzione, dall'altro facilita le correzioni e le modifiche. Per il BASIC non vi è uno standard stabilito ed esistono pertanto molte versioni che di fatto precludono l'impiego di un unico programma BASIC valido per tutte le famiglie diverse di elaboratori. D'altra parte la vastità delle sue applicazioni che vanno dai piccoli calcolatori (quasi da tasca), che impiegano un BASIC ridotto a pochi tipi di istruzioni, ai personal computer e ai terminali interattivi dei grandi calcolatori, che oggi possono utilizzare efficientemente istruzioni complesse, rendono difficile la standardizzazione. Nato per elaborare e gestire solo dati numerici, è stato ampliato per l'elaborazione di stringhe, ossia di insiemi di caratteri alfabetici (parole, frasi, ecc.), e più recentemente, almeno nelle versioni più complete, è stato esteso alle funzioni grafiche e alla gestione di sottoprogrammi. Una versione semiprofessionale è il Visual Basic di Microsoft, che utilizza un programma compilatore dotato di potenti funzioni di diagnosi e correzione (debugging) e che utilizza un'interfaccia di programmazione a oggetti per rendere più veloce lo sviluppo e il progetto delle schermate.

Media


Non sono presenti media correlati