Questo sito contribuisce alla audience di

Bach, Carl Philipp Emanuel

detto Bach di Berlino o Bach di Amburgo, compositore tedesco (Weimar 1714-Amburgo 1788). Figlio secondogenito di e figlioccio di Telemann, studiò col padre, frequentò la Thomasschule e l'Università di Lipsia e nel 1738 si stabilì a Berlino, apprezzato da Federico II come abile cembalista e ottimo improvvisatore. Alla morte del padre tentò senza fortuna di ottenerne il posto a Lipsia; riuscì invece a succedere al padrino Telemann come Kantor ad Amburgo. In questa città ebbe successo come compositore alla moda e conobbe molti musicisti e letterati, fra cui Lessing e Klopstock. Fra le sue composizioni rivestono particolare importanza le sonate per cembalo (circa 170) nelle quali sviluppò ulteriormente la forma-sonata classica, soprattutto per quanto concerne l'elaborazione tematica, la ricerca di una bellezza melodica modellata sull'operismo italiano e l'aspirazione a più intensi contenuti emozionali, di stampo schiettamente preromantico. Si ricordano le Preussiche Sonaten (1742), le Württembergische Sonaten (1744) e le 6 raccolte di sonate, fantasie e rondò del 1779-87. Interessante è anche la produzione strumentale (13 sinfonie, 52 concerti per cembalo, trii, quartetti, ecc.), mentre nettamente inferiore in originalità è la musica vocale (3 oratori, 20 passioni, cantate, Lieder), che pure godette ai suoi tempi di larga popolarità. Il suo Saggio sulla vera maniera di suonare il cembalo (1753) ebbe larga diffusione e oggi è documento prezioso per lo studio della prassi esecutiva dell'epoca.

Media


Non sono presenti media correlati